rimpatri stranieri.jpg

La polizia di Bergamo ha accompagnato alla frontiera diversi stranieri: un indiano e tre marocchini di 39, 43 e 45 anni: l'espulsione è avvenuta tramite rimpatrio con volo aereo.

Il 27 novembre è stato espulso un indiano di 27 anni, con una condanna a sette anni per violenza sessuale ai danni di minore a seguito della quale la richiesta di permesso di soggiorno è stata rigettata dal questore di Bergamo. Il 28 novembre, è stata la volta di un cittadino marocchino di 39 anni, con precedenti di polizia per violenza sessuale, atti osceni compiuti anche in prossimità di minori, resistenza a pubblico ufficiale, molestia alle persone. È stato identificato dalle autorità del Marocco grazie alle procedure avviate dall’Ufficio Immigrazione di Bergamo. È stato rintracciato dalla polizia locale di Romano di Lombardia mentre si aggirava con fare molesto seguendo una ragazza. Nella stessa giornata è stato accompagnato alla frontiera un altro cittadino marocchino di 43 anni: a suo carico condanne per detenzione e cessione di droga e porto d’armi, nonché una condanna ad anni 2 e mesi 6 di reclusione per maltrattamenti in famiglia. Il 29 novembre, stessa procedura per un altro cittadino marocchino di 35 anni, con a carico condanne per truffa, furto aggravato e numerosi precedenti di polizia per truffa, rapina aggravata, maltrattamenti in famiglia e ricettazione, in considerazione dei quali il questore di Bergamo ha emesso il provvedimento di rigetto della richiesta di permesso di soggiorno. Il cittadino straniero è stato rintracciato dalla Stazione carabinieri di Dalmine a seguito di denuncia per furto di energia elettrica e accompagnato all’Ufficio Immigrazione per l’esecuzione dell’espulsione.

0
0
0
s2smodern

Calendario