Pecorelli.jpg

L’ex rettore dell’Università di Brescia Sergio Pecorelli è stato assolto anche dall’accusa di abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta aperta sull’assunzione a tempo determinato alla segreteria del Rettorato della Statale. Per i giudici del Tribunale, con Maria Chiara Minazzato presidente, come nelle due precedenti assoluzioni, il fatto non sussiste per lui e per i quattro coimputati, i docenti Annalisa Zanola, Riccardo Pietrabissa, Mariacristina Missale e l’ex direttore generale di Unibs Enrico Periti.

La sentenza emessa nella serata di martedì 12 marzo non ha accolto la ricostruzione dell’accusa. Ilsostituto procuratore Mauro Leo Tenaglia aveva chiesto due anni per Pecorelli e un anno e sei mesi per gli altri quattro imputati. Conl questa sentenza Sergio Pecorelli chiude la sua personale parentesi con la giustizia, con un percorso che si è concluso nel migliore dei modi.Anche questo processo era nato da una denuncia anonima e anche questo processo, come gli altri due, si è concluso con un’assoluzione perché il fatto non sussiste. L'ex rettore era stato accusato e assolto anche dall’accusa di peculato, per l’utilizzo di un’automobile dell’Università a fini personali; e per truffa ai dannidello Stato, per aver percepito un’indennità aggiuntiva che secondo l’accusa non gli sarebbe spettata, ma che i giudici ritennero infondata.

0
0
0
s2smodern

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
6
7
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
29
30