Pierangelo Facchetti.jpg

Si sono chiuse nel tardo pomeriggio di mercoledì 27 novembre con l'epilogo più tragico le ricerche del 62enne di Corte Franca, Pierangelo Facchetti, imprenditore agricolo in pensione, di cui si erano perse le tracce dalla mattinata del giorno precedente. Il suo corpo, senza vita, era nelle acque delle Torbiere di Iseo in via Cremignane.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri di Adro, l’uomo, che abitava a Colombaro di Cortefranca, era uscito di casa nella mattinata di martedì 26 per andare a fare colazione al bar, senza alcune medicine per lui indispensabili. Da quel momento nessuno aveva più avuto notizie: dopo diverse ore la moglie, che non riusciva a contattarlo, ne aveva denunciato la scomparsa. A preoccupare erano specialmente le condizioni di salute dell’uomo, che necessitava di assumere farmaci con regolarità perché cardiopatico e diabetico. Nel pomeriggio di questo mercoledì 27 l'auto di Facchetti è stata individuata nei pressi di uno degli accessi alla riserva naturale delle Torbiere del Sebino, in via Cremignane a Iseo. La vettura era chiusa e quando è stata aperta dai vigili del fuoco all’interno è stato trovato il cellulare dell’uomo che risultava spento. Le ricerche si sono allora allargate e poco dopo è stato scoperto il corpo senza vita in acqua. Nessuna ipotesi è esclusa per ora, dall’incidente al gesto estremo di natura voiontaria.

0
0
0
s2smodern

BANNER DETTO FATTO

Calendario

logo buona salute