Incendio VAlcart.jpg

Verso le 4 della notte tra sabato 20 e domenica 21 aprile fiamme altissime hanno cominciato a divorare la Valcart Snc dei fratelli Albertinelli & C di Rogno, azienda specializzata nel settore dello smaltimento e del recupero di rifiuti industriali, nel grande stabilimento di via Vittorio Veneto.

Le fiamme altissime hanno attirato l'attenzione di tutto il paese, poi una colonna densa di fumo nero ha riempito l'aria rendendola irrespirabile colorando il cielo di nero. Domate le fiamme a fatica e solo grazie all'intervento coordinato di una decina di squadre dei vigili del fuoco giunti dai distaccamenti vicini con un totale di 15 automezzi, da Bergamo, Ganzzaniga, Treviglio, Zogno, Lovere, Clusone, Darfo, l'attenzione si è subito concentrata sulle possibili esalazioni nocive provenienti dalla combustione di rifiuti: accanto alle operazioni di spegnimento e smassamento sono iniziate anche le operazioni dei nuclei speciali per valutare gli eventuali danni ambientali. Il sindaco di Rogno Dario Colossi ha quindi emesso un'ordinanza per la tutela dell'incolumità pubblica e privata dei cittadini che, fino al cessato allarme, invita i cittadini a mantenere porte e finestre chiuse, vieta le manifestazioni all'aperto e in attesa delle analisi dell'Arpa e dell'Ats, a non mangiare frutta e verdura raccolta all'aperto. Analoga raccomandazione è stata fatta anche dal Vicesindaco di Darfo Boario Terme dove i fumo del grande incendio è iniziato ad arrivare dalla tarda mattinata sospinto dal vento del lago. I danni alla struttura industriale sono ingenti e nelle prossime ore sarà possibile valutare il danno economico. Gli interventi dei viguili del fuoco sono coordinati da un ufficiale superiore del comando di Bergamo: questa domenica mattina è arrivata la chilolitrica da 25 mila litri di acqua. I rilievi di legge sono coordinati dal comando di Clusone con i carabinieri di Clusone, Lovere e Costa Volpino e un nucleo speciale per i danni ambientali. Pronta ad intervenire anche un'ambulanza di Camunia Soccorso ma per fortuna non ci sono stati feriti. La Protezione civile di Rogno è stata attivata per colalboprare a deviare il traffico dalla ex ss42 lungo vie alternative.

0
0
0
s2smodern

bandi imprese

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
6
7
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
29
30