grandinata vigneti.jpg

Nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno su parte della Vallecamonica si sono verificati una serie di eventi grandigeni, di una certa importanza, che hanno interessato soprattutto la zona 1 e parte della zona 2 del comprensorio viticolo camuno. Il Gal ha emanato i lbollettino agrometeorologico con le indicazioni per i trattamenti da effettuare per salvare le coltivazioni colpite dalla grandine.

ZONA1: Piancamuno, Artogne, Gianico, Darfo B.T., Angolo T., Piancogno, Ossimo Vigneti grandinati:

Convenzionali: intervenire entro giovedì 13 giugno, con dimetomorf + rame a dose massima di etichetta.

Biologici: intervenire con rame, a dose massima di etichetta, entro giovedì 13 giugno, preferire formulati da idrossido o tribasico.

ZONA2: Esine, Berzo Inferiore, Bienno, Cividate Camuno, Breno (sinistra orografica fiume Oglio) Vigneti grandinati:

Convenzionali: intervenire entro giovedì 13 giugno, con dimetomorf + rame a dose massima di etichetta.

Biologici: intervenire con rame, a dose massima di etichetta, entro giovedì 13 giugno, preferire formulati da idrossido o tribasico.Nei vigneti più colpiti dalla grandine, gestiti a guyot, si consiglia di valutare, dove il vitigno lo consente, il passaggio, in potatura secca, alla forma di allevamento di cordone speronato basso, al fine di preservare la produzione per l’anno prossimo.

ZONA3: Malegno, Breno (destra orografica fiume Oglio), Losine

ZONA4: Cerveno, Braone, Ceto, Ono San Pietro, Capo di Ponte, Sellero, Berzo Demo: proseguire nella strategia difensiva programmata.

0
0
0
s2smodern

BANNER DETTO FATTO

Calendario