Carabinieri nuova auto

 Poco dopo le 18.00 di martedì 4 dicembre, quattro uomini armati e a volto coperto, hanno fatto irruzione in una villa di Abbazia di Albino, sede della Società Gest.Gio.Srl, che gestisce diverse attività di gioco d’azzardo (slot e videopoker) nella Bergamasca, rubando circa 100.000 euro dalla cassaforte. Quindi si sono dileguiati. E' caccia alla banda in Bergamasca.

Con ogni probabilità, i malviventi sapevano che all'interno della villa c'era il caveau con gli incassi delle sale slot gestite dalla Gest.Gio.Srl. Secondo la ricostruzione fatta dai Carabinieri che stanno svolgendo fitte indagini, i quattro sono arrivati alla casa su una Fiat, successivamente ritrovata e sequestrata dai carabinieri, all’interno della quale è stata trovata una pistola giocattolo. Nella casa, ora adibita esclusivamente a sede della ditta, hanno trovato il titolare e tre impiegate. Sotto la minaccia delle pistole li hanno costretti ad aprire il forziere e hanno prelevato banconote e monete per oltre centomila euro. Hanno fatto sdraiare a terra tutti minacciandoli. Prelevati i contanti, la banda è fuggita con una Clio rubata al titolare della società, ritrovata poi bruciata nei pressi del Cassinone di Seriate. Immediato l'allarme alla vigilanza privata e ai carabinieri: i vicini hanno raccontato di non essersi accorti di nulla. La località Il posto offre due vie di fuga in auto e anche una a piedi, verso il centro della frazione. Anche i filmati della videosorveglianza lungo le strade percorse dalle due auto individuate dagli investigatori potranno fornire ulteriori indicazioni. I banditi hanno avuto la possibilità di pianificare attentamente la rapina, con spostamenti e scambi di vetture studiati da tempo. In paese la voce dell’assalto alla villa si è diffusa in poco tempo. Pochi però conoscono i proprietari, che non avrebbero avuto grossi contatti con la comunità: da qualche anno si erano trasferiti ad Albino.

0
0
0
s2smodern

Concorso fotografico

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom