Gandino Corsa delle Uova

L’Atalanta Club Valgandino ha reso noti i nomi dei concorrenti che venerdì 5 luglio alle 20.30 si contenderanno a Gandino (BG) la vittoria nella “Corsa delle Uova”, originale sfida che si ripete dal 1931. A darsi battaglia saranno Giuliano Noris (raccoglitore, già vincitore dell’edizione 2018) e Carlo Beltrami, atleta di Casnigo e vincitore nel 2017 di Bake Off Italia, il seguitissimo talent televisivo.

Una sfida che si rinnova, con protagonisti d’eccezione per un’edizione che si annuncia appassionante. L’Atalanta Club Valgandino ha reso noti negli ultimi giorni i nomi dei due sfidanti che il prossimo venerdì 5 luglio alle 20.30 si contenderanno a Gandino la vittoria nella “Corsa delle Uova”, l’originale sfida che si ripete dal 1931. A darsi battaglia saranno Giuliano Noris di Gandino (raccoglitore, già vincitore dell’edizione 2018) e Carlo Beltrami, atleta di Casnigo noto al grande pubblico in quanto vincitore nel 2017 di Bake Off Italia, il seguitissimo talent televisivo per pasticceri dilettanti.

“Si tratta di un’edizione di particolare rilievo - conferma Enzo Conti, presidente dell’Atalanta Club Valgandino - in quanto coincide con le celebrazioni del 40° di fondazione del nostro Club, nato nel 1979. Dal 1981 ci facciamo carico, in collaborazione con Pro Loco e Gruppo Alpini Gandino, dell’organizzazione della manifestazione, cui segue la Notte Bianca promossa da esercenti e commercianti gandinesi. Sarà un’occasione per celebrare la magnifica stagione neroazzurra e di fatto anticipare la gioia dell’intera Val Seriana per il ritiro a Clusone dei ragazzi di mister Gasperini. Per il nostro gruppo anche un doveroso ricordo ai primi concorrenti Giovanni Bonazzi e Renzo Archetti ed a Franco Ongaro “Pelè” e Renzino Rottigni, che si fecero promotori della riedizione da parte del Club”.

La Corsa delle Uova, in dialetto gandinese “Corsa de öf”, è’ per tradizione collocata all’antivigilia della “Prima Domenica di Luglio”, quando Gandino festeggia i Ss.Martiri Patroni. E’ un’originale sfida che vede protagonisti due atleti. Il primo deve percorrere di corsa, nel minor tempo possibile, il tratto Gandino - Fiorano al Serio - Gandino per un totale di oltre 11 chilometri; contemporaneamente l’altro concorrente deve raccogliere, una per una, 100 uova poste ad un metro l’una dall’altra lungo via Dante, fra la fontana di Piazza Vittorio Veneto e l’antica chiesa di Santa Croce. L’origine della manifestazione risiede in una sorta di scommessa, che nel 1931 vide protagonisti i diciottenni Renzo Archetti e Giovanni Bonazzi. Il primo, impegnato nel percorso a piedi verso Fiorano, si aggiudicò la prova. Al contrario delle apparenze è favorito il concorrente impegnato nel percorso podistico, in quanto la distanza percorsa dal raccoglitore d’uova è sì inferiore (10.100 metri, secondo calcoli matematici) ma molto più discontinua e su un tratto che comunque presenta una pendenza media del 3,89%.

La prova è estremamente incerta, spesso risolta all’ultimo metro oppure all’ultimo uovo, seguita con grande passione dal pubblico che si assiepa in Piazza Vittorio Veneto e viene costantemente informato sull’andamento della prova del podista, grazie ai collegamenti assicurati da Gandino Web Tv. Al termine della Corsa viene proposta una serata di festa con frittata e uova sode distribuite al pubblico, che successivamente anima piazze e palazzi del borgo medievale con la “Notte Bianca” ricca di attrazioni musicali e artistiche. Dal 2000 nella pavimentazione di piazza Vittorio Veneto e via Dante sono incastonati i cubetti in marmo bianco numerati, che segnalano per sempre la posizione esatta delle cento uova.

La sfida 2019 è destinata come sempre ad accendere il tifo: Giuliano Noris si presenta quale detentore del titolo, conquistato da raccoglitore di uova nel 2018 con il tempo di 42’28”. Per lui preziosi anche i consigli del fratello Alessandro, più volte concorrente e vincitore. Per Carlo Beltrami le uova non sono certo una novità, visto l’impegno televisivo nel ruolo di pasticcere, oggi divenuto professione a tutti gli effetti grazie al laboratorio BakeLab Italia avviato a Paratico insieme a Rosalind Pratt. Lui, tifoso atalantino da sempre, sarà impegnato da podista verso Fiorano al Serio, in virtù di una passione agonistica per la corsa in montagna che porta avanti con i colori de La Recastello di Gazzaniga. Dopo le vittorie a colpi di “dolci in forno”, ora una sfida nuova ed originale.

video:

https://www.youtube.com/watch?v=eYXlfn0LUds

0
0
0
s2smodern

BANNER DETTO FATTO

Calendario